pavimentazione in castagnoIl tannino presente nel castagno in quantità superiore, rispetto alle altre specie arboree, rende il legname particolarmente resistente all'usura del tempo.

La proposta di Comunità montana Valli del Verbano tra le azioni di progetto è stata quella di far realizzare - sperimentalmente - una serie di arredamenti da esterno e una pavimentazione a secco di sezioni di alberi. Lo scopo è valorizzare le proprietà specifiche della specie, promuovere la multifunzionalità delle selve castanili ed incentivare così il loro recupero e la castanicoltura. Tutti obiettivi importanti all'interno del progetto Interreg I castageti dell'Insubria.

Al momento l'Ente ha prodotto ed esposto in alcune fiere locali una bacheca, un portabiciclette, una panchina e un tavolo da pic nic con panche. E' inoltre stata allestita una pavimentazione a secco, composta da "piastrelle" di sezioni di tronchi incastratete e sabbia per i riempimenti.

La particolarità del legno di castagno, come accennato prima, è quella di essere ricco di tannino. Questo permette di evitare trattamenti del legno contro gli effetti di pioggia, vento e intemperie. Gli arredamenti per aree pubbliche sono rubusti, solidi, durevoli ed ecologici. Le materie prime sono facilmente reperibili sul territorio e vengono quindi realizzati a km0, con una lavorazione ridotta che gli conferisce quella connotazione di rustica.

Al momento è in progetto la sistemazione di una strada forestale con l'utilizzo di tronchi di castagno come fondale. Il principio è lo stesso delle pavimentazioni realizzate per le esposizioni fieristiche ma vengono utilizzati tronchi con uno spessore maggiore per dare solidità al fondo stradale e permettere il passaggio anche degli automezzi. Gli arredamente verranno poi posizionati in un'area attrezzata che sarà realizzata tra Castello Cabiaglio e Brinzio, sempre all'interno delle azioni di Progetto Interreg I castagneti dell'Insubria.